Los Angeles

Los Angeles una città difficile…ecco casa bisogna assolutamente vedere.

Principalmente perchè è enorme e dispersiva; di conseguenza la location scelta per dormire influisce sulle cose che si vedrà della città
Così grande che deve essere girata in auto; ed il traffico nelle grandi arterie della città è caotico; mentre i mezzi pubblici hanno una limitata utilità.

Partiamo da un must; ovvero la salita al tramonto a vedere la città dall’alto del Griffith Observatory; location da cui si vede bene anche la famosa scritta Hollywood; attenti perchè il traffico per salire e parcheggiare è devastante (armatevi di tanta pazienza e non arrivate all’ultimo minuto); se poi avete tempo potete anche assistere ad uno degli spettacoli dell’osservatorio.
Io vi consiglio di salire in tempo per vedere il sole tramontare poi, nell’attesa che tutto il cielo diventi buio e quindi si veda bene la città illuminata, assistere alla presentazione dell’osservatorio (ingresso ed orario che avrete prima prenotato al vostro arrivo al Griffith).

Los Angeles vuole dire anche mare; decine di miglia di costa; le più famose sicuramente quelle di Santa Monica (ed in particolar modo la zona del suo famosissimo Pier con le giostre); vicino a Santa Monica anche la “hyppie” Venice Beach (magari da girare in bicicletta) e la esclusiva Malibu Beach (alla ricerca delle ville dei ricchi Americani).

Il quartiere di Hollywood ed in particolar modo la Walk Of Fame (con le impronte dei personaggi famosi sul marciapiede) è il punto più turistico della città pieno di gente che passeggia, artisti di strada, negozi di souvenir.

Vicino a Hollywood troviamo West Hollywood; quartiere di tendenza con tanti posti dove avere un pasto e locali con ottima musica.

Sulle colline dietro Hollywood potete fare un giro e visitare i quartieri di lusso di Bel Air e Beverly Hills; magari percorrendo Sunset Boulevard.

Quando si parla di lusso non si può non pensare alla strada coi negozi più costosi al mondo; ovvero Rodeo Drive ( Julia Roberts docet)

Più a sud (a sud dell’aeroporto per capirci) invece troviamo le spiagge del surf; tra le più famose Manhattan Beach, Redondo Beach, Hermosa Beach, Huntington Beach.

Se avete tanto tempo allora potete dedicare una giornata a visitare Universal Studios a Hollywood e Disneyland nel quartiere di Anaheim; i Warner Bros Studios; mi raccomando una giornata intera per parco.

Molto bello sarebbe un giro per downtown (deserta nel week end); magari facendo un giro turistico alla ricerca dei palazzi storici ed art deco.
Sempre a downtown trovate la Walt Disney Concert Hall; vero e proprio tempio della musica; molto bella anche solo da fotografare da fuori.
Se siete amanti della musica non potete perdervi Amoeba “il paradiso del vinile”.

Culturalmente Los Angeles da molto; in particolare il Getty Museum e Getty Villa sono importantissimi a livello mondiale per l’arte moderna (ma non solo); il museo delle tecnologie “jurassiche”; l’Urban Light; le Watts Tower; il juseo delle arti contemporanee; il LACMA; il pueblo de nostra senora; il MOCA,

Nella periferia di Los Angeles, a Pasadena, c’è il famosissimo Rose Bowl stadio dove vengono effettuate tantissimi concerti e manifestazioni sportive ed ahime il luogo dove Baggio nel 1994 sparò in cielo il calcio di rigore della finale mondiali.

E per ultimo una chicca; se non volete fare la fila per salire al Griffith; un altro modo per vedere la città dall’alto è raggiungere Mulholland Drive a nord della città verso il mare.

DI certo non avrete così tanto tempo per vedere tutto; limitatevi quindi alle cose principali e più conosciute; ma se siete incuriositi dai posti che non conoscevate allora dedicatevi a quelli (i posti più famosi e turistici non vi mancheranno di certo)

<—-Torna all’elenco